SPIN | FAQ
1390
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-1390,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
 

FAQ

FAQ

Che cos'è SPIN?

È un consorzio senza fini di lucro formato da Enti di Promozione Sportiva e banche che vuole accompagnare lo sviluppo dei migliori progetti sportivi grazie al know how e all’esperienza dei soci.

Chi può ricorrere ai servizi di SPIN?

Possono ricorrere a SPIN le associazioni affiliate agli Enti di Promozione Sportiva soci di SPIN e soggetti convenzionati nell’ambito di accordi stipulati dai consorziati che intendono realizzare un progetto e validare la sua adeguatezza rispetto alla domanda di mercato e ai criteri di sostenibilità tecnica ed economica.

Quali progetti sportivi possono essere valutati da SPIN?

SPIN valuta riqualificazioni di un impianti esistenti, costruzioni di nuovi impianti o creazione di nuove offerte di servizi. Per essere valutati i progetti devono essere a livello definitivo/esecutivo e supportati da preventivi in corso di validità.

Cosa devo fare per sottoporre un progetto?

Per prima cosa bisogna registrarsi sul sito www.consorziospin.com e descrivere le caratteristiche dell’impianto e del progetto. A seguito della registrazione, il soggetto proponente sarà guidato nell’inserimento della documentazione necessaria a svolgere l’analisi.

Quali sono le fasi successive?

Se la valutazione di massima del progetto è positiva ti verrà proposto di conferire a SPIN un incarico per lo studio di fattibilità del progetto che verrà consegnata in 45 giorni lavorativi dalla data di accettazione dell’incarico.

Quanto tempo ho per produrre la documentazione necessaria all'esame del progetto?

Il Consorzio trascorsi 30 giorni dalla firma della lettera di incarico abbandona la richiesta nel caso in cui non venisse presentata la documentazione completa.

Quali sono i costi previsti per l'asseverazione?

Per effettuare lo studio di fattibilità, SPIN chiede una commissione commisurata al valore stimato del progetto pari allo 0.5%.

Quali documenti sono necessari?

Dipende dalla tipologia e dalla complessità del progetto, ma in linea di massima: atto costitutivo dell’associazione, statuto, bilanci, descrizione del progetto, eventuali autorizzazioni, preventivi di spesa, business plan.

L'asseverazione del Consorzio è utilizzabile per la partecipazione a gare pubbliche ai sensi dell'art.37 bis della Legge nr.109/1994?

No, il documento di asseverazione non è utilizzabile ai fini della partecipazione a bandi pubblici perché il Consorzio non è una banca.

Si può richiedere l'asseverazione del PEF per partecipazione a gare pubbliche o project financing?

Si, il Consorzio su esplicita richiesta può fornire l’asseverazione necessaria come servizio accessorio.

Perchè può convenire avere accesso ai servizi di SPIN?

Perché effettua una valutazione sulla sostenibilità economica del progetto, analizza il mercato di riferimento e segnala eventuali carenze tecnico amministrative. Inoltre, favorisce l’accesso al credito in caso di finanziamento bancario.

In caso di smarrimento password?

Inviare una email alla casella info@consorziospin.com per chiederne una nuova.